Tips & Tricks: Come far durare lo smalto più a lungo possibile!

Ciao a tutte, come state? Oggi vi voglio scrivere un post Tips & Tricks su uno degli argomenti beauty più soggettivi che esistano… la durata dello smalto. Molte di noi conoscono l’amica fortunata sulla quale anche lo smaltino del cinese pagato 54 centesimi resiste secoli intatto, purtroppo però rappresenta un caso su cento. Se voi invece siete come me vi sarete sicuramente ritrovate a domandarvi disperate se la vostra anima gemella smaltifera esista o se semplicemente non sarete mai destinate ad incontrarla. Non disperate ragazze! Oggi vi voglio dare diverse dritte per far durare più a lungo possibile la vostra manicure, iniziamo!

Le mani vanno prima di tutto preparate a dovere per applicare lo smalto e la superficie dell’unghia dev’essere libera da ogni cuticola per farlo aderire meglio. Le cuticole vanno quindi spinte con un bastoncino d’arancio o con degli appositi spingi cuticole o tagliate via. Molte estetiste sconsigliano di tagliarle, io sinceramente preferisco farlo perché negli anni ho notato che così facendo me ne sono cresciute molte meno e sono riuscita a liberare più porzione d’unghia ma serve pratica per non tagliarsi “a sangue” in parti del dito indesiderate. Se usate il cuticle trimmer infatti dovrete fare pochissima pressione per non intaccare anche l’unghia. In ogni caso vi ricordo di spingerle o tagliarle anche lateralmente laddove si nascondono cuticole sottilissime! La cuticola infatti essendo un pezzettino di pelle è molto più grassa del letto ungueale e durante l’applicazione dovremmo sempre cercare di lasciare tra lo smalto ed essa circa un millimetro.

Se per ammorbidire le cuticole e poi spingerle amate utilizzare olietti o balsami appositi, avete appena mangiato un pezzone di pizza genovese o vi siete spalmate il vostro burro corpo preferito in ogni dove… evitate di farvi la manicure subito dopo! Gli oli sulle mani e sulle unghie creano infatti una barriera antiaderente che fa staccare lo smalto come una pellicola subito dopo averlo messo. Piuttosto lavatevi bene le mani e aspettate almeno un oretta.

Se invece avete di natura unghie molto oleose come me, vi consiglio non di limare la superficie dell’unghia (che a lungo andare si assottiglierebbe troppo) ma di passare con un batuffolo di ovatta un po’ di alcool puro per sgrassarle per bene e renderle più opache e “pronte” ad accogliere lo smalto. Come sostituto dell’alcool va bene anche il “Nail Prep”, lo sgrassatore per unghie che di solito si usa prima della ricostruzione (da evitare in gravidanza). Quello che ho io è di Mesauda ma esiste di tantissime altre marche.IMG_0178m

Passiamo ora a dei consigli sull’applicazione dello smalto vera e propria. Questi accorgimenti mi hanno aiutata molto quindi vi dico di tenerli bene a mente. Qualche anno fa credevo che se uno smalto fosse semi trasparente allora bastava dare una passata abbondante per renderlo intenso da subito. Niente di più sbagliato!! E’ sempre meglio fare delle passate molto sottili e poi andarlo a stratificare con un’altra o un’altra ancora che farne una sola “Importante” che poi rischia di staccarsi a mo di pellicola o di non asciugarsi mai.come far durare di più uno smalto cecylyab (18)m

Mi raccomando però di lasciare asciugare SEMPRE per bene ogni passata prima di stratificarle altrimenti si potrebbero creare bolle d’aria.

Lo smalto colorato oltre a metterlo su tutta l’unghia a me piace stenderlo anche sulla punta con il pennellino quasi completamente scarico. Con questa tecnica stupidissima vista per la prima volta sul canale youtube di Mikeligna mi sono accorta che lo smalto appare consumato sulla punta molto più lentamente!come far durare di più uno smalto cecylyab (15)m

Un altro passaggio obbligatorio per far durare lo smalto più a lungo è ovviamente quello di applicare un buon top coat per sigillare lo smalto colorato. Per me un buon top coat deve allungare appunto la vita dello smalto e renderlo più lucido e non deve tendere a fare bolle (che altrimenti causerebbero l’opposto). Personalmente io amo darne due passate così da raggiungere ogni punto per bene.

Ed ora che abbiamo finito di metterci lo smalto cosa dobbiamo fare?? Solo una cosa banale e allo stesso tempo difficile: evitare l’acqua!!! L’acqua è il peggior nemico della nostra manicure ed è sempre meglio (come per una ricostruzione in gel) evitare docce nelle ore subito dopo aver steso lo smalto, evitare SEMPRE i bagni caldi e ovviamente in generale evitare di lasciare le mani “a mollo” per molto tempo. Pulizie di casa permettendo. Nello stesso discorso rientra anche l’umido della saliva quindi non mettetevi le mani in bocca ogni due secondi per poi dare la colpa allo smaltino Essence di turno per la sua scarsa durata.IMG_0186m

Con questo voglio dire che la marca di base coat, smalto e top coat non conta nulla? Purtroppo assolutamente no, nel tempo ho notato che nonostante tutte le accortezze di questo mondo la durata cambia molto da marca a marca, da linea a linea, da finish a finish e da colore a colore PERO’ non è assolutamente detto che la marca con cui si trova bene una persona si trova bene anche un’altra o che sia sempre una questione di prezzo, anzi! Tornando all’incipit dell’articolo vi dico che facendo tutti questi piccoli step io sono arrivata ad allungare la durata della mia manicure anche di quattro giorni, che pochi non sono!

Spero vi ritornino utili,

un bacione,

C.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*