Empties & Reviews: fra correttori, mascara e solventi per unghie… #12

Ciao a tutti! Finalmente sono tornata con un post della rubrica “Empties”, o meglio: prodotti finiti. Dico finalmente perché ormai la busta in cui li tengo stava per esplodere… Iniziamo subito!

empties 12 cecylyab (19)mm
prodotti finiti
  1. Sapete o avrete capito ormai che sono alla disperata ricerca di finire ogni correttore che ho accumulato negli ultimi anni per poi poterne comprare di nuovi. Nell’ultimo periodo sono riuscita a terminare le cialdine della palette “The Secret Dreamworld Of A Concehaolic” di Benefit, ormai non più disponibile nei negozi come tale ma i cui pezzi singoli ancora lo sono. Nelle prime due cialde tonde c’era il correttore “Boi-ing” nei colori 01 e 02. Sono dei buoni correttori coprenti, cremosi ma non troppo, ideali per le occhiaie. Però essendo color fondotinta non riuscivano a neutralizzare otticamente la mia occhiaia verdognola, nonostante l’alta coprenza. I due colori inoltre sono molto simili e entrambi complessivamente chiari. Dato il costo elevato di 24,5 euro l’uno non li ricomprerò. Voto: 7 e mezzo. La prima cialdina rettangolare invece era del matitone “Eye Bright”. Questo prodotto è rosa chiarissimo e nasce per essere applicato ai bordi del naso o nell’angolo esterno dell’occhio ma, data la sua consistenza secca, in quelle zone tendeva ad evidenziare le pellicine della pelle. Usandolo invece sui brufoli prima del fondotinta sono riuscita a finirlo ma la durata non era eccezionale e per 22,5 euro non lo ricomprerei (anche perché dovendolo applicare prima del fondotinta a volte capitava non mi ricordassi o lo trascinassi via mentre stendevo il fondo). Voto: 7. “Lemon-Aid”, l’ultima cialda della palette, è il prodotto che mi è piaciuto meno di tutti. Dovrebbe essere un primer occhi ed uniformare la palpebra ma come primer non risaltava il colore dell’ombretto né lo faceva durare di più e usato da solo andava completamente nelle pieghette dopo pochissime ore. Non gli do un 3 solo perché mi è piaciuto come correttore sotto l’occhio che, con il suo colorito giallino, lo illuminava bene ed era anche piuttosto coprente. Voto finale: 6 e mezzo. Prezzo: 23,5 euro. Complessivamente avrete notato che il mio parere su questi correttori Benefit è sempre lo stesso, sono buoni ma non abbastanza da giustificarne il prezzo alto. Voi come vi ci siete trovate? L’avete mai acquistati? Contemporaneamente a loro ho anche finito il correttore minerale di Everyday Minerals, “Multitasking Concealer”. Esso era troppo secco se usato bagnato e durava troppo poco da asciutto quindi l’ho terminato usandolo a mo di cipria sopra gli altri correttori. Ovviamente non lo ricomprerò, prezzo: 7 sterline su cocktail cosmetics, circa 10 euro.  Voto: 6 e mezzo. Attualmente sulle occhiaie sto usando il correttore di Max Factor “Erace” molto coprente ma troppo scuro e grigio per il mio incarnato e la penna correttrice illuminante leggera di Kiko “Soft Focus Concealer” di cui voglio parlarvi quando la finirò.
  2. L’altro prodotto di make up rinnovato nella mia routine è stato il mascara. In questi giorni ho finito infatti il mio amato “Miss Manga Black Angel” di L’orèal. Il suo scovolino è grande e conoidale (ma penso lo sappiate) e il bastoncino può piegarsi ma complessivamente rimane semirigido e accompagna le ciglia facendo comunque una buona resistenza su di esse. Era un mascara comodo da usare che ho finito con piacere ma che aveva sia pro che contro. Riusciva a rendere belle nere e visibili anche le mie ciglia piccole e dritte, mantenendo la piega e durando tantissimo pur non essendo waterproof. Il contro era però che appiccicava le ciglia e le “scompigliava” creando, l’odiato da molte, “effetto ragno”. Voto complessivo: 8. Il nuovo mascara che ho aperto è invece di Sephora, costa ben 18,9 euro ed è il famoso “Outrageous Curl”. L’effetto che dà alle ciglia è bello, forse anche migliore del “Miss Manga”, ma dato lo scovolino piccolissimo è molto lento da applicare e la formula si scioglie con niente macchiando tutto il contorno occhi. Speriamo che con l’uso si secchi un po’ e migliori la formulazione.
  3. Parliamo ora dei soliti dischetti struccanti che uso io, i tre pacchi vuoti da 120 dischetti di Fior di Magnolia sapete che sono i miei preferiti in assoluto ma anche i Surprise da 100 comprati da Acqua e sapone si sono rivelati ottimi, morbidi e non perdevano peluchi. Costano però in proporzione di più (99 centesimi contro gli 89 dei Fior di Magnolia) e se possibile quindi ricomprerò questi ultimi. Non trovandomi da Eurospin però attualmente ho preso quelli di Soffice Make-up in formato grande (1,5 euro per 50 pezzi).
  4. Anche delle “Strisce depilatorie ascelle & bikini” di Veet vi ho già parlato in vecchi post prodotti finiti. Durante l’estate ne ho usati addirittura quattro pacchi. Le amo perché le trovo delicate ma efficaci e ne ho già ricomprato l’ennesimo pacco. Penso non me ne staccherò mai! Prezzo pieno: 6 euro circa!
  5. Parlando di nail care, vi mostro l’ormai vuoto rimuovi smalto di Essence in formato spugnoso (“Quick & Easy Sponge” 3,8 euro) che è in assoluto il mio solvente preferito. Non contiene acetone quindi è delicato, non secca né la pelle e né le unghie ed ha saputo rimuovere alla perfezione e velocemente qualunque smalto anche con glitter per più di un anno. Ovviamente l’ho ricomprato!
  6. Sulle unghie dei piedi però non potevo usare il rimuovi smalto a barattolo e così ho preso quello classico, sempre Essence. Non contiene nemmeno lui acetone, è delicato ma rimuove bene ogni smalto con poche gocce ed ha un odore sopportabile, mischiato ad una profumazione dolciastra di “Strawberry & Passion Fruit”. E’ anche economico perchè costa solo 1,5 euro, cosa si può volere di più da un solvente per unghie? L’ho ricomprato uguale ma l’ho già travasato nel contenitore a pompetta che evita di far cadere il prodotto, infatti, la confezione originale ha un collo pericolosamente largo per un’intruppona come me.
  7. Per finire, ecco che torna dopo un anno dagli schermi del blog, l’ “Olio per capelli protezione colore” di Collistar da usare in spiaggia. Confermo ogni nota negativa già detta QUI, e gli do un 5. Mi sono trovata infinitamente meglio a travasare un po’ di olio di cocco in un contenitore spray. I capelli erano morbidissimi e districati, quasi immuni alla salsedine! Ovviamente un minimo unge anche lui ed è da usare in piccole “spruzzate”.
empties 12 cecylyab (26)m
prodotti ricomprati

E voi? Cosa avete terminato di bello? Ricordatevi che è sia economico che ecologico decidere di finire i prodotti acquistati…

Un bacione,

C.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*