Fragrances review: la mia recensione delle profumazioni più fresche di Yankee Candle…

Ciao a tutti! Oggi vi voglio scrivere un post recensione delle Yankee Candle e in particolare vi parlerò di tutte le mie tartine catalogate come “fresche”…

yankee candle cecylyab (15)m

Iniziamo col botto: “November Rain” o “Pioggia di Novembre” è la mia Yankee Candle preferita. Bruciata sprigiona un profumo particolare che non so ben descrivervi, un mix di ambra e altre fragranze che ricordano effettivamente l’odore di pioggia. Mi piace tantissimo e vi consiglio di darci un’annusata se ancora la trovate in giro! Era infatti un’edizione limitata dell’inverno 2013/14 e sta incominciando a scarseggiare. Io appena la troverò penso ne comprerò altre sette! Voto: 10.

“Lemon Lavender” è, in assoluto, la tarte Yankee Candle più intensa che ho avuto. Non riesco assolutamente a bruciarne un quarto come faccio di solito ma sono costretta a dividerla in 6/7 pezzi. L’odore di lavanda e limone insieme è infatti fortissimo e vi profumerà tutta casa in mezzo minuto dall’accensione! A me ricorda un po’ troppo il sapone per la lavatrice, un po’ chimico, e non penso di ricomprarla, però ammetto che era ottima per coprire qualunque odore di cucinato! Voto: 7 e mezzo.

“Pink Sands” (o “Sabbia rosa”) è una delle ultime che ho comprato, infatti, ve ne avevo parlato in QUESTO post haul. E’ in realtà molto diffusa e amata ma io rimandavo sempre l’acquisto perché in negozio mi dava l’idea di non piacermi per nulla. In realtà una volta bruciata è buonissima e me ne sono innamorata anch’io. Ricorda l’estate per le sue profumazioni di melone e leggera fragola e si adatta un po’ a tutti i gusti. Voto: 8.

Passiamo ora ad un altro dei miei profumi preferiti, “Soft Blanket” (“Soffice coperta”), che sa essenzialmente di ambra leggera e dolce perché addizionata con un po’ di vaniglia. Mi ricorda tantissimo l’ammorbidente che usa il mio ragazzo (o meglio sua mamma!!) e non posso fare a meno di farmi piacere anche la tarte! Voto: 9. Essendo, tra l’altro, un odore molto leggero e quasi neutro, si può benissimo bruciare con altre tarte (per esempio lo adoro in accoppiata con “Black Cherry, recensione QUI) .

Nella foto in alto a destra potete ammirare la bellissima illustrazione di “Lake Sunset” che evoca appunto un “Tramonto al lago”. Sinceramente non so di cosa dovrebbe profumare un tramonto ma quello di questa tarte è comunque buonissimo. Sa di ambra ma meno dolce di “Soft Blanket”, forse perché mischiata a qualche spezia. Ve la consiglio, voto: 8 e mezzo.

La più dolce fra le tarte “Fresche” che ho provato è però sicuramente la “Black Coconut”, “Cocco nero”. Annusata in negozio mi ricordava terribilmente la “Vanilla Cupcake”, in realtà bruciata è tutta un’altra cosa. E’ si, molto molto dolce perché l’odore di cocco è bello forte, però, rimane più leggera e smorzata rispetto appunto a “Vanilla Cupcake” (non a caso rientra fra le candele “Fresche”) e ha al suo interno note floreali e legnose. Molto, molto buona, voto: 8.

yankee candle cecylyab (19)m

Come avrete capito se avete seguito tutto l’articolo fin qua, le profumazioni “Fresche” sono probabilmente le mie preferite in assoluto e alle tarte ho dato tutte votazioni molto positive. Vi parlo ora per ultimo di un profumatore per auto di cartone che invece non mi è piaciuto per nulla. Si tratta del famosissimo “Clean Cotton” o “Cotone pulito”, molto amato, che dovrebbe sapere di panni appena lavati. L’odore è sì quello di alcuni detersivi per panni ma è molto chimico e a me non piace! Inoltre proprio questo tipo di profumatore ha perso intensità in, a dir tanto, due settimane e ne trovo spropositato il prezzo di circa 3 euro. Per questo il mio voto è un 5 e mezzo.

Con questo è tutto, ho finalmente concluso la rubrica sui diversi tipi di tarte Yankee che ho provato ma non preoccupatevi, vi terrò aggiornati sulle novità future!

Un bacione,

C.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*