Empties & Reviews: a tutto sapone! #3

Terzo post della rubrica Empties. Quando ho iniziato questo tipo di post avevo paura di legarlo alla mensilità perché pensavo di non riuscire a finire prodotti così in fretta. In realtà mi sono trovata a dovermi sbrigare ogni volta per scrivere il post altrimenti… ne accumulavo troppi!

Vediamo insieme quelli dell’ultimo periodo:

empties3cecylyab (3)m

E questi sono i prodotti staffetta che li hanno sostituiti:

empties3cecylyab (11)m

Ho finito due saponi per le mani, il primo è quello dei provenzali al karité che costa circa 1,2 euro. Io non pensavo si potesse odiare un sapone per le mani e invece… mi sono ricreduta! Ha una consistenza liquidissima che me l’ha fatto terminare in poco tempo. Ha un potere lavante pessimo e, come se non bastasse, non mi piace neanche l’odore (tipico del karité). L‘inci è buono ma è bocciato. Si merita un bel 4.

Finito questo al karité ho comprato quello della Viviverde Coop, anche lui con un buon inci e sempre al costo di circa 1,5 euro. Mi è piaciuto molto di più! E’ un sapone delicato ma lavante, la consistenza è più densa e l‘odore è semplice, sa di sapone ma è veramente buono! A differenza delle creme Viviverde coop che hanno un odore che non mi fa impazzire. Voto: 8. Ho comprato come sostituto il Neutro Med Antibatterico che ho già usato in passato e amo molto. Semplicissimo ma efficiente e con un inci accettabile anch’esso.

Altro detergente finito: la mini size del Clarisonic “Refreshing Gel Cleanser”. Era il formato prova da 30 millilitri e, dato che ne basta veramente pochissimo, mi è durato circa due mesi (non scherzo!) usato solo sul viso abbinato al Clarisonic. E’ un detergente semplice e buono, l’effetto “fresco” che da è molto leggero e, secondo me, non vale assolutamente quello che costa (25 euro per 177 millilitri su sephora Italia). Adesso sto provando ad usare il Clarisonic con il sapone di Aleppo che usavo prima del “Refreshing Gel Cleanser” e con cui mi trovavo “da paura”. Per ora vi posso dire che già noto delle differenze in positivo rispetto al detergente Clarisonic, che comunque era buono e a cui darei un 6 e mezzo.

Come ogni mese ho finito un pacco di dischetti di cotone che uso per struccare il viso, quelli del Carrefour da 120 che mi piacciono molto e ho pagato, in offerta, 90 centesimi. Altrettanto validi sono quelli che sto usando ora, sempre da 120, di Fior di Magnolia (80 centesimi).

Dopo mesi e mesi di utilizzo ho finito anche il sapone intimo della Neutro Med “Dermoprotect Sensitive”. Quelli di questa linea hanno tutti un inci buono, sono delicati ma lavano benissimo, l’unica cosa che cambia è l’odore e questo, non so perché, è il mio preferito, infatti l’ho ricomprato al prezzo di due euro. Voto: 8 e mezzo.

Per quanto riguarda la Skincare, il mio ultimo prodotto finito è il dentifricio “Aloe Gel sbiancante” dell’Equilibra che ho già riacquistato identico. Non noto un particolare effetto “sbiancante” ma ha dei buoni ingredienti, costa solo 3 euro, si trova in qualunque Carrefour o Acqua e Sapone, mi lava bene i denti e ha un buon sapore. Io sono abbastanza “snob” per quanto riguarda i dentifrici e questo lo amo. Voto: 9 e mezzo. Alcuni lo sentono leggermente amaro, per me sono gli altri dentifrici ad essere troppo dolci e questo è perfetto.

Nella prima foto, in altro a destra, potete notare che ho anche fatto una tinta semipermanente questo mese, la “Casting Crème Gloss 535 Chocolat” della l’oréal ma vi voglio dedicare un post specifico a riguardo. Facendo la tinta una volta ogni due/tre mesi non l’ho già ricomprata ma, dato che mi sono trovata bene sia con il colore che con la qualità, se vedo che non scarica troppo in fretta ricompro questa, altrimenti cerco lo stesso colore fra le tinte permanenti sempre L’oréal, appena uscite, le Prodigy. Questa l’ho pagata 10,9 euro.

Il fondotinta di Max Factor in crema che vedete nella foto “Miracle Touch Caramel 85” lo usavo anni fa quando mi abbronzavo molto di più e non prestavo caso all’inci dei prodotti. Volevo finirlo usandolo per fare un po’ di contouring ma si è seccato troppo e non si riesce più a sfumare. Sul voto non mi esprimo, quando usavo prodotti del genere mi ricordo che il risultato sulla pelle mi piaceva ma a lungo andare mi provocavano moltissime imperfezioni quindi non lo ricomprerei comunque.

Ho finito anche il fondotinta della Neve Cosmetics “High Coverage Medium Neutral”. Ho comprato questo fondotinta dopo aver usato il “Flat Perfection” nella stessa colorazione ma questo l’ho trovato leggermente più scuro. Costa 13,9 euro per 8 grammi di prodotto. E’ un buon fondotinta, mediamente coprente se usato asciutto mentre ad altissima coprenza se usato bagnato. Io solitamente lo applico bagnato con il pennello “Expert Face Brush” di Real Techniques. Può dare un effetto leggermente polveroso alla pelle che riesco a togliere passando sul viso un pennello da cipria pulito. Tende a durare molto, soprattutto se bagnato, e mantiene un effetto opaco per diverse ore ma, per sicurezza, io passo comunque un velo leggero di cipria dopo averlo messo. A molte mie amiche la confezione è durata per mesi e mesi mentre io l’avrò finita in, si e no, tre mesetti continuativi. Voto: 8 ma voglio riprovarlo. Ho comprato come sostituto il fondotinta minerale di Sephora che vi avevo fatto vedere nell’ultimo Make Up Haul QUI.

Ed eccoci arrivati alla fine di questo post, spero vi abbia interessato,

Un bacione,

C.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*