Fragrances: Piccoli consigli su come bruciare le tarte

cecylyab6 (10)m

In occasione del mio ultimo Haul allo yankee Candle Store (post QUI), ho pensato di illustrare, passo per passo, il procedimento e dei piccoli consigli su come bruciare le tarte. Ed ecco tutto l’occorrente! Prima di tutto le tarte, come già saprete, non hanno lo stoppino! infatti non possono essere bruciate direttamente ma hanno bisogno di un brucia essenze, il mio è quello lilla in foto, è molto piccolo e l’ho pagato solamente due euro ad un negozietto di quelli del tipo “tutto a mille lire”. Quelli del marchio Yankee Candle sono molto belli, a forma di fiore, ma volevo rimanere sul low cost e non spenderci 15 euro! I brucia essenze sono quasi tutti piccolini come il mio e pratici da spostare in giro per casa. La tarte va posizionata nella concavità superiore, quella che vedete in foto con qualche residuo di candela!! Nel vano inferiore, invece, va accesa una “tea light” (anche detta, in italiano, lumino scalda-vivande). Le tea lights le trovate ovunque. Io avevo provato un pacco da 36 di Leroy merlin con cui mi ero trovata benissimo, mentre ora, sto usando questo da 100 comprato da Tiger a soli 4 euro! Nonostante facciano il proprio lavoro, mi sono sembrate più scrausette. Ne ho trovata anche una senza stoppino, speriamo non ne trovi altre!

Primo piccolo consiglio: non bruciate tutta la tarte in una volta sola! Io mi trovo bene a dividerla in quattro pezzi e a bruciarne uno per volta, per tutta la durata della tea lights, quindi all’incirca per tre ore e mezzo. Dopo di che, alcune persone ribruciano la tarte, quindi riposizionano un’altra candelina sotto per altre tre ore. Io sinceramente mi ci trovo male perchè non sento più il profumo. Trovo infatti che la tarte ribruciata perdi tantissimo di intensità e “non mi da più soddisfazione”. Normalmente, mentre la tarte sta bruciando, tengo le finestre chiuse e le porte aperte, e nella mia camera l’odore diventa forte ma non eccessivo, il profumo si diffonde nel corridoio e nel bagno vicino, ma non arriva al resto della casa! Questo sistema per me è vantaggioso poiché mia madre, molti odori dolciastri non li sopporta, e così riescono a non arrivare al suo naso, allietando il mio! Bruciandone di più ho notato che l’odore arriva quasi in tutta casa, mentre nella mia stanza diventa troppo forte e sono costretta a uscire.

Secondo consiglio: come togliere dal brucia essenze la tarte rifreddata? Io ho letto un piccolo trucchetto: mettere nel congelatore il brucia essenze capovolto (basta un quarto d’ora). Una volta tolto dal freezer, o troverete la tarte già staccata, oppure dovremo fare un po’ di pressione, ed è lì che entra in gioco lo spingi cuticole di metallo della foto! Meraccomando non utilizzate coltelli o forchette perché vi potreste far male. Per pulire il brucia essenze da eventuali residui: olio di gomito e cim!

Ultimissimo consiglio: non esagerate! Mi sono resa conto che bruciare le Yankee Candles crea una certa dipendenza…

Vi sono stata utile?

Un bacione, C.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*